Giuseppe Ciccia,
tracce di vita

0
1251

Cinquant’anni, e li dimostra tutti. Il suo mezzo secolo di attività artistica Giuseppe Ciccia lo ha vissuto intensamente, e instancabilmente, sperimentando senza sosta, senza accontentarsi, senza mai dare per acquisito un risultato. La bella mostra di Palazzo Medici Riccardi racconta la storia di un Ciccia che non si è mai fatto problemi nel confrontarsi con i materiali e le forme artistiche diverse e passa dalla tela alla scultura senza perdere mai la rotta, ispirato dal suo grande amore per i cromatismi, che evocano sensazioni e stati d’animo. Colori su cui si imprimono le tracce, le impronte dell’autore, che sono la sua vera firma e vanno sapute individuare. Solo così si può risalire all’origine dell’opera, in un’ascesa che dal colore porta alla luce, con la separazione dalla materia. Ma la ricerca di Giuseppe Ciccia non finisce qui. Nella sua gentile e riservata compostezza un’altra pagina è già pronta a essere scritta. O meglio dipinta. (Maurizio Abbati)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.