L’arte scende in piazza. Contemporaneo protagonista

0
960

Una provocazione. Chiamiamola così. L’arte contemporanea che si riappropria degli spazi della città, per invitarla a riappropriarsi a sua volta dell’arte. Domenica 26 gennaio l’associazione culturale Psike Firenze ha messo in scena una performance collettiva con artisti arrivati da tutta Italia, che ha toccato alcune delle principali piazze simbolo di Firenze. Pittori, scultori, fotografi, scrittori e attori hanno risposto all’appello, con l’obiettivo, come spiega Psike, “di invertire le classiche dinamiche di fruizione dell’arte portando delle opere in strada: è così l’opera che cerca lo spettatore (ignaro) e non vice versa”.
Le performance realizzate da trenta artisti hanno coinvolto la stazione Santa Maria Novella (di fronte e lungo i binari); Santa Maria Novella; piazza Strozzi; Ponte Vecchio; loggiato degli uffizi; piazza della Signoria; piazza di S. Maria del Fiore – Duomo. Finale di partita in piazza della Repubblica.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.