“In contatto con le origini”, convegno della Rete FARO

0
107

ll prossimo 24 maggio, l’Auditorium Ottone Rosai sarà il palcoscenico di un evento cruciale nel panorama della ricerca delle origini nell’adozione. Il Convegno “In contatto con le origini, figli adottivi alla ricerca delle origini e dell’identità”, organizzato della Rete FARO, propone di esaminare in profondità il tema della ricerca delle origini come opportunità fondamentale per l’integrazione dell’identità degli adottivi. Inoltre verranno esaminati i nuovi scenari dell’istituzione adottiva come l’adozione aperta.

La Rete FARO è composta da quattro centri sparsi sul territorio nazionale, che da anni si occupano di tematiche adottive: il Centro Terapia dell’Adolescenza di Milano, l’Associazione il Melo di Torino, il Centro Co.Me.Te Firenze sud e Destinazioni Minori di Roma. La rete si è costituita nel 2022 per promuovere, sensibilizzare e formare sulle tematiche adottive e della ricerca delle origini.

Il convegno prevede una serie di interventi da parte di esperti di spicco provenienti da diversi settori disciplinari. Tra i relatori, Jesús Palacios, professore dell’Università di Siviglia, offrirà una lezione magistrale intitolata “Ricerca delle origini: ostacoli e facilitazioni”, seguita da un’interessante tavola rotonda sul tema delle buone pratiche. Silvia Chiarantini, magistrata del Tribunale per i Minorenni di Firenze, presenterà un’analisi giuridica sul contatto con le origini.

Nel corso della giornata, verranno esplorati i bisogni dei protagonisti di questo delicato processo, sia dei genitori adottivi che dei figli, attraverso interventi di professionisti del settore e testimonianze dirette. La questione dell’adozione aperta verrà dibattuta da un punto di vista psicologico e giuridico, offrendo uno sguardo approfondito e multidisciplinare sull’argomento.

Il Convegno della Rete FARO rappresenta un’opportunità unica per esaminare criticamente le questioni legate alla ricerca delle origini e all’identità individuale nei contesti adottivi. L’evento è aperto a professionisti del settore, operatori socio sanitari, educatori, genitori adottivi, figli adottivi e al pubblico interessato.

E’ possibile prendere visione del programma su https://convegnofaro.it/

È possibile registrarsi e versare la propria quota di partecipazione al link seguente https://convegnofaro.it/ o contattare la mail

convegnofaro@orologionetwork.it che fornirà tutte le istruzioni per procedere al pagamento sulla piattaforma.

Per la registrazione stampa inviare una mail a convegnofaro@orologionetwork.it  indicando nome,  cognome, testata,  email,  telefono.

Per informazioni rispetto al programma scientifico e per contattare gli organizzatori scrivere a: reteservizifaro@gmail.com