Chianti al volante, calano le multe

0
337

E’ forse una delle poche volte in cui i Comuni non possono rammaricarsi del fatto che entrino meno soldi nelle casse pubbliche. Nel corso del 2015 si sono registrate nei territori dell’Unione comunale del Chianti Fiorentino oltre 3mila multe in meno. Si aggirano infatti complessivamente sui 10mila i verbali compilati contro le oltre 13mila multe registrate l’anno precedente. Ad esempio si è ridotto in maniera significativa il numero dei cittadini che infrange le regole guidando con il cellulare. Da 36 nel 2014 si passa a 23 casi nel 2015, mentre si conferma la violazione relativa all’omesso uso delle cinture di sicurezza. Sono 158 le multe registrate nel 2015, una decina in più rispetto allo scorso anno. “Sono convinto – dice il presidente della Unione comunale David Baroncelli – che sul calo abbia influito l’utilizzo di vari strumenti di cui ci avvaliamo per ridurre e prevenire situazioni di pericolo in favore di automobilisti e pedoni tra cui i visualizzatori di velocità e i dossi”. Numerosi gli apparecchi che sono stati installati in varie aree dei comuni e lungo le viabilità storicamente più soggette al verificarsi di incidenti. Fra gli interventi più recenti si segnalano l’installazione di un indicatore di velocità in località Zambra, a Barberino Val d’Elsa, e dopo un lungo e complesso iter burocratico la riattivazione dell’autovelox sulla via Zambra.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.