Confartigianato, tocca a Ferretti

0
477

Cambio ai vertici di Confartigianato Imprese Firenze, dove su proposta del presidente Gianna Scatizzi la giunta esecutiva ha nominato Jacopo Ferretti nuovo segretario generale. Fiorentino, 46 anni, Ferretti vanta un’esperienza di 26 anni all’interno del sistema Confartigianato. Entrato in associazione nel 1989, è arrivato alle posizioni di vertice, prima alla guida della società dei servizi e, da ora, a quella dell’intera Confederazione. Consigliere della Camera di commercio e di Artigiancredito Toscano, Ferretti ha ricoperto negli ultimi anni incarichi istituzionali in Promofirenze, Tinnova, Laboratorio chimico-merceologico della locale Camera di commercio e in Cedit. Ferretti succede a Daniela Checchi che ha ricoperto il ruolo per 13 anni, fino a al raggiungimento della pensione. Checchi, membro dell’attuale giunta della Camera di commercio, non si allontanerà però dalla vita associativa, essendo stata nominata amministratore delegato di Cofires, la società che gestisce i servizi offerti da Confartigianato. I punti principali del programma che Ferretti si impegnerà a realizzare nella conduzione di Confartigianato, affiancando la dirigenza guidata dal presidente Scatizzi, riguardano, con la tradizionale rappresentanza degli interessi della piccola e media imprenditoria, artigiana e non, credito, incentivi e agevolazioni a misura di “piccoli” e realmente accessibili; fiscalità del livello locale; valorizzazione dell’artigianato artistico; potenziamento del patronato e quello dei servizi offerti ai non imprenditori; guida all’accesso delle piccole imprese nei mercati esteri; semplificazione della burocrazia; consolidamento della pressione sulla politica.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.