Rugby, Italia beccata dai galletti francesi

0
706

Dieci minuti di black out sono costati cari all’Italia del rugby, schiacciata dalla Francia, che ha fatto pressione per l’intera partita. Severo il punteggio finale: 30 a 10, ma il primo tempo si era concluso sul 9-3 (con il rammarico di troppi calci sbagliati dagli azzurri). Il divario si è aperto a inizio ripresa, grazie a un 1-2-3 che ha messo l’Italia in ginocchio. Solo nel finale la meta di Iannone ha ridotto il divario. Tante le scelte da rivedere, ammesso che sia possibile migliorare una squadra costretta sempre a difendere e che quando si trova a poter attaccare dimostra di avere idee confuse e di non riuscire mai a trovare spazi liberi. Dopo due sconfitte consecutive il Sei Nazioni appare così in salita, anche perché in fondo la tanto esaltata partita con il Galles si era riequilibrata solo grazie a dei passaggi a vuoto dei dragoni. Qui non si tratta di buttare il cuore oltre l’ostacolo, ma di creare gioco, altrimenti si finisce per fare a spallate fino a quando gli avversari non cominciano a girare al largo per diventare imprendibili. Tra l’altro uno diquelli che fuori dalla mischia ordinata ha più faticato appare Castrogiovanni, autore di vari placcaggi inadeguati e poco penetrante in attacco. Male anche l’inizio di capitan Parisse, che non è poi riuscito a prendere in mano la squadra. Brunel deve cambiare qualcosa, perché con la Scozia ci giochiamo il cucchiaio di legno. (Ma.Ab)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.