Misericordie in affanno: mancano i volontari

0
73

“Il volontariato continua a svolgere un ruolo fondamentale nel territorio fiorentino. Siamo in prima linea nel sostegno alla popolazione nei momenti di difficoltà, tanto di salute quanto economica. Oggi attraversiamo un delicato momento di transizione: tanti volontari un po’ più anziani, che sono stati sempre lo zoccolo duro del nostro settore, e anche quelli sempre presenti, nell’ultimo anno hanno dovuto progressivamente lasciare il servizio per stare più vicino alla propria famiglia e in particolare prendersi cura dei nipoti. Con la crisi economica infatti molti genitori sono costretti a svolgere anche più lavori o a turni più lunghi, mancando quindi dalle proprie case e affidandosi e confidando sempre più nell’aiuto e nel valore dei nonni. Questo è un problema, perché vengono poi a mancare numerosi attori che ogni giorno potrebbero operano per le strade delle nostre città. Organizzare il normale servizio diventa pertanto sempre più complesso”. A dirlo è il presidente del Coordinamento Misericordie Area Fiorentina, Andrea Ceccherini,in occasione della Giornata Mondiale del Volontariato
“Durante la pandemia – continua Ceccherini – abbiamo visto una buona partecipazione da parte dei giovani, ma ancora non c’è stato quel completo ricambio generazionale che è invece urgente e necessario. Vogliamo fare oggi un appello alla partecipazione,rimarcando il valore etico e umano del volontariato e anche l’essenzialità di tanti servizi che vengono portati avanti”.