Animali in ospedale, ecco le regole

0
332

Gli animali potranno entrare in ospedale a far visita ai loro padroni ricoverati. Ma nel rispetto di alcune regole. La Regione ha infatti varato delle “Linee di indirizzo per l’accesso degli animali d’affezione in visita a degenti presso strutture sanitarie e ospedaliere pubbliche e private accreditate”, approvate con una delibera di giunta. Gli animali dovranno essere quelli che vivono nelle famiglie dei pazienti ricoverati nelle strutture sanitarie. E dovranno essere iscritti all’Anagrafe animali d’affezione. Il loro accesso in ospedale sarà consentito secondo le procedure indicate dalla direzione sanitaria, che dovrà disciplinarlo con uno specifico regolamento interno. I sanitari dovranno valutare la compatibilità dello stato di salute dei pazienti, e quindi i benefici derivanti dalla presenza dell’animale d’affezione. La richiesta di accesso dovrà essere presentata all’Unità operativa dal paziente stesso o da un suo familiare. In ciascuna Unità operativa sarà ammesso un animale per volta, con tutti i supporti adeguati (collari, pettorine, guinzaglio, disponibilità di una museruola, ecc.). Un incaricato mostrerà il percorso da seguire e la saletta dove l’incontro potrà avvenire. In ogni azienda sanitaria dovrà essere creato un pool multidisciplinare di operatori adeguatamente formati.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.