La città metropolitana pronta ad aumentare le tasse Più care le addizionali sulla Rc auto e la Tia. Investimenti su strade e scuole

0
512

Tasse più salate per i residenti nell’area fiorentina, dopo che la Città metropolitana appare pronta a varare una serie di aumenti. Di fatto si prevede per la Rc auto e la Tia l’allineamento al dato nazionale applicato in tutte le province italiane, portando quindi la Rc auto al 16 per cento e la Tia dal 3 al 5 per cento (con un gettito complessivo di 7,5 milioni di euro, a fronte dei 5,5 del 2014). E’ quanto risulta dal bilancio di previsione per il triennio 2015-2017 illustrato dal sindaco metropolitano Dario Nardella e che ora dovrà essere approvato dal consiglio.

La Città metropolitana punta dichiaratamente ad azzerare i costi della politica rispetto alla vecchia Provincia, con una riduzione permanente di 1,5 milioni di euro. “Ma soprattutto – ha spiegato Nardella – si rilanciano gli investimenti su scuole e strade con un piano massiccio di risorse: 273 milioni di euro in 3 anni, di cui 133 milioni nel 2015 e 126 nel 2016. In questo modo possiamo affrontare le principali emergenze del territorio”. Dal 2011 gli investimenti della vecchia Provincia sono calati da 59 a 21 milioni annui. Da quest’anno, invece, aggiunge il vicesindaco con delega al Bilancio Brenda Barnini, “riprendiamo a fare investimenti invertendo la tendenza”. 53 milioni e 400mila euro saranno investiti nella viabilità, oltre 13 milioni sulle scuole, 6 milioni in manutenzione di strutture come palestre e in impiantistica, 2 milioni di euro sul patrimonio immobiliare e 15 milioni nella difesa del suolo.
Ridotti i costi del personale. Grazie anche alla applicazione della legge Pre Fornero e alla mobilità verso i Comuni, si riduce, a regime, la spesa del personale di ben 15 milioni di euro superando di gran lunga la percentuale del 30% di riduzione prevista dalla legge Delrio. La Città metropolitana attende inoltre che la Regione prenda in carico la quota parte dei 149 dipendenti che seguiranno le funzioni ad essa trasferite.

Investimenti che però dovranno essere finanziati dai cittadini, considerato anche il taglio ai trasferimenti nazionali a favore di Firenze, pari a 21,8 milioni di euro, che si è deciso di compensare in parte con 50 milioni di euro di alienazioni, frutto della vendita della questura di via Zara e della caserma dei Vigili del fuoco in via La Farina, che si sommano a 10 milioni di avanzo di amministrazione.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.