Tasse, sconti a chi investe in cultura

0
431

Uno sconto sulle tasse dalla Regione per chi aiuta la cultura e il paesaggio.  Un’opportunità per le aziende e le persone giuridiche, ma anche per i liberi professionisti. Dal 2014 chi finanzia iniziative culturali o contribuisce alla tutela e alla valorizzazione del paesaggio, sostenendo ad esempio il recupero di immobili posti sotto tutela, potrà infatti contare su un sconto  sull’Irap, l’imposta regionale sulle attività produttive. Spendi mille e ne scali duecento.   La legge, proposta nel 2011 dalla giunta e votata dal consiglio regionale l’anno scorso, era stata impugnata. La Consulta lo scorso giugno ha dato ragione alla Regione e la giunta toscana ha approvato il regolamento, che prima della sua adozione definitiva dovrà però tornare in Consiglio per l’ultimo parere.

 

La legge regionale 45 del 2012 prevede agevolazioni per chi effettua donazioni a favore di iniziative culturali o di progetti per la valorizzazione del patrimonio paesaggistico, sempre se coerenti con i contenuti del piano paesaggistico. Il meccanismo è semplice: paghi cento e il 20 per cento può essere detratto dall’Irap.

Chi beneficia delle erogazioni deve accreditarsi: gli elenchi saranno tenuti dagli uffici della Regione e l’accreditamento varrà tre anni. Chi intende godere delle agevolazioni fiscali e del credito d’imposta deve invece prenotare la richiesta.  Per il primo anno ci sono a disposizione un milione di euro di incentivi, un milione di euro di entrate a cui la Regione rinuncerà. Chi prima si prenoterà avrà la precedenza, fino ad esaurimento del fondo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.