Una scultura contro il femminicidio

0
712

E’ stata inaugurata in piazza Matteotti a San Casciano, alla presenza del sindaco Massimiliano Pescini, la scultura realizzata dal Laboratorio d’Arte della Cooperativa Sociale “Le Rose” e ispirata agli obiettivi della settimana internazionale contro il femminicidio. Un segno, una testimonianza tangibile di cui si arricchisce il patrimonio d’arte contemporanea del territorio che mira ad offrire ai visitatori un ricordo di tutte le donne che hanno subito violenza, uccise per mano di uomini in contesti familiari e sociali. Il taglio del nastro dell’opera è stato accompagnato da una performance musicale: “Ouie”, interpretato da Titta Nesti (voce), Ellie Young (violoncello), Liron Meyuhas (hang drum) e intervallato dalla lettura di brani a cura di Letizia Sacco.

Considerate le crescenti dimensioni del fenomeno, quello della violenza sulle donne è un tema che l’Unione comunale del Chianti Fiorentino ha posto al centro di un progetto di area, teso all’attività di prevenzione, informazione e supporto alle cittadine del Chianti. Nelle prossime settimane si attiverà uno sportello per sostenere le donne in difficoltà interessate e coinvolte da situazioni di violenza, secondo i contenuti e gli obiettivi di una specifica convenzione che l’Unione comunale sottoscriverà con l’associazione Artemisia. Lo sportello sarà aperto alternativamente nei Comuni di San Casciano e Tavarnelle. “Sarà un importante di riferimento – commenta l’assessore alle Pari opportunità di Tavarnelle Marina Baretta – per intervenire con supporti specifici e qualificati sulle cittadine che hanno subito e subiscono violenza”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.