Equo compenso, una legge per la Toscana

0
137

“La Toscana finalmente ha la sua legge regionale sull’equo compenso per il lavoro dei professionisti. Questo grazie alla redazione dei decreti in base ai quali tutti i soggetti sia pubblici che privati interessati saranno chiamati ad applicarla. Come Confprofessioni siamo soddisfatti perché significa veder arrivare in porto un lavoro iniziato nel 2017 e portato avanti in Commissione soggetti professionali. Un lavoro condizionato anche dalla difficoltà di conciliare competenze regionali e dello Stato, che non permettono di entrare nel merito diretto dell’equo compenso; per cui ci si è dovuti limitare a spingere il committente a dichiarare la presa di conoscenza della necessità di applicare il diritto del professionista a un compenso per la prestazione erogata”. Così il presidente di Confprofessioni Toscana, Ivo Liserani, secondo cui “questa legge pone un argine alla logica del massimo ribasso e della richiesta di prestazioni gratuite che lede non poco i diritti dei professionisti e non riconosce il valore della professionalità, che invece dovrebbe rappresentare il primo elemento di valutazione nel conferimento di un incarico e con l’approvazione delle linee guida per effettuare i controlli sulle pratiche presentate si chiude positivamente questo progetto”.