”Brachetti, che sorpresa”. Il genio del quick change

0
505

Un caleidoscopio, un susseguirsi di personaggi probabili o meno che strappa risate ma anche stupore per la rapidità dei cambi d’abito. Torna al Teatro Verdi, il 31 marzo e il 1 aprile, Arturo Brachetti con il suo one man show “Brachetti che sorpresa!”. Un grande trasformista, che ha saputo perfezionare la sua tecnica e riesce a tenere bene la scena, sorpresa dopo sorpresa.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.