Grassina, la Cdp cede i giardini al Comune

0
342

Il futuro del parco giochi divide il consiglio della casa del popolo di Grassina. Dopo la riunione per decidere se accogliere o meno la proposta del Comune di rilevare la proprietà dell’area, si è arrivati al voto, con 50 i favorevoli alla cessione, 37 contrari. Un atto che adesso darà modo di procedere nella direzione di un accordo con l’amministrazione per il passaggio di proprietà, che consentirà alla casa del popolo di avere una contropartita economica di circa 30mila euro. Ma non è tanto la cifra ad aver spinto la maggioranza del consiglio ad approvare l’alienazione dell’area, quanto la convinzione che solo facendo diventare pubblica quell’area sarà possibile mantenerla in modo adeguato. Tra l’altro il Comune si è già impegnato a investire per la riqualificazione 160mila euro, con cui sarà rifatta anche la copertura del pallaio. Altro elemento che ha fatto discutere è la richiesta del Comune di aprire il passaggio che collega l’area dei giardini con la piazza del paese, così da facilitare l’accesso e la fruizione. Chi dovrà gestire l’apertura e la chiusura del cancello? Questa la domanda che si si è posti. Alla fine è stata formulata una proposta che il Comune dovrà vagliare: siano i vigili urbani ad occuparsene, la mattino e alla sera. Così come accade anche a Firenze laddove ci sono dei giardini pubblici chiusi alla notte.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.