Plastic free, raddoppiano le macchine mangiaplastica

0
70

Per una città sempre più plastic free. Firenze ha una macchina “mangia-plastica”, nome tecnico “ecocompattatore”, che riduce le bottiglie in piccoli cubetti pronti ad essere riciclati. Ce ne sono già tre in funzione in città e a giudicare dalle migliaia di bottiglie conferite ogni mese lo strumento piace e per questo l’amministrazione ha deciso di scommetterci e di raddoppiarne il numero.

Gli ecocompattatori già in funzione da alcuni mesi si trovano presso i centri commerciali Coop di Gavinana, Ponte a Greve e via Carlo del Prete. Ora l’assessore all’ambiente Andrea Giorgio ne ha inaugurati altri tre: uno ai giardini intitolati a Niccolò Galli a Campo di Marte, uno davanti alla stazione di Santa Maria Novella, lato via Valfonda, uno accanto alla Fortezza da Basso. Questi ultimi tre sono stati finanziati dal ministero dell’Ambiente per 90 mila euro. Nei prossimi mesi ne saranno installati altri 2, uno in piazza all’Isolotto e uno al Parco di San Donato.

“Vogliamo diffondere sempre più l’uso di questo strumento perché permette una migliore raccolta differenziata e più facilità di recupero della materia – dichiara l’assessore Giorgio -. I numeri delle sperimentazioni fatte sono ottimi: alla Coop di Ponte a Greve, per esempio, vengono portate circa 108mila bottiglie al mese, a Gavinana 45mila, in via Carlo del Prete quasi 40mila”.

Nei punti vendita Coop gli ecocompattatori danno anche punti sulle carte soci dei clienti della cooperativa.