Uffizi, il Seicento ai piedi di Caravaggio

0
453

Il Seicento ai piedi del Caravaggio. Lunghe code all’ingresso della Galleria degli Uffizi per l’inaugurazione dell’ala di Levante, dove è stato creato un nuovo allestimento dedicato alla pittura seicentesca, con il posto d’onore che spetta proprio a lui, Michelangelo Merisi, universalmente noto come il Caravaggio. Tra realtà e magia, Caravaggio e Artemisia, Caravaggio: La Medusa, Caravaggio: Il Bacco, Lume di notte, Rembrandt e Rubens, Galileo e i Medici, Epica Fiorentina, sono questi i nomi delle 8 sale su cui si dipana il filo della matassa che corre appunto attorno alla pittura di un periodo pittorico che va dalla seconda parte del cinquecento a verso le metà del seicento. Ma gli occhi del visitatori non possono non posarsi sui due capolavori più celebri e posizionati in modo strategico, cioè “La Medusa” e il “Bacco” del Caravaggio. Un percorso che ci dà l’idea di un periodo vivo per le contaminazioni che l’arte riceve a livello internazionale, in cui le figure appaiono ritratte in modo sensibilmente diverso dal secolo precedente. Tra gli altri capolavori anche opere di Rembrandt e Rubens, Guido Reni e Artemisia Gentileschi, rappresentata dalla bellissima “Decapitazione di Oloferne”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.