Confcommercio a Sesto: rivedere Ztl

0
622

“Se addirittura Firenze sta pensando di fare retromarcia sulla Ztl, cosa si aspetta a Sesto Fiorentino? Troppe attività stanno morendo. È urgente un cambio di passo: il sindaco Sara Biagiotti ci aveva promesso una serie di aperture che non abbiamo però ancora visto”. Luciano Salani, delegato di Confcommercio Firenze per Sesto Fiorentino, lancia un “appello accorato e anche amareggiato” alla giunta. “Bisogna riaprire il centro, prima che sia troppo tardi – le sue parole -. La Zona a traffico limitato, a cui noi abbiamo sempre detto no, dal 2007 ha pian piano decretato la morte del cuore di Sesto. Tra viabilità impossibile e le strisce blu dei parcheggi a pagamento, la clientela si è completamente spostata verso i centri commerciali che ci circondano. Quindi, se vogliamo provare a invertire la rotta, bisogna assolutamente togliere il vincolo della Ztl”. “Si tratta di una richiesta che arriva da tutti i commercianti – aggiunge Salani -. Gli imprenditori, che hanno bisogno di certezze per programmare il loro lavoro, chiedono risposte concrete e rapide. Perché la crisi non è certo alle spalle. La verità è che i consumi non ripartono e che i segnali sono negativi. Tutto questo ci deve far riflettere e soprattutto portare a scelte illuminate. Lo sappiamo che non basteranno la riapertura del centro e una diversa organizzazione dei parcheggi a risolvere i nostri problemi, ma almeno possiamo lottare ad armi pari per recuperare i clienti che abbiamo perso in questi anni”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.