YPO, i numeri primi fanno rete. Anche in Italia A Firenze una delle 2 sedi, 20 gli iscritti. Condizione d’accesso fatturato annuo minimo da 12 milioni di dollari

0
926

La qualità dei numeri. E’ quello che caratterizza gli associati alla Young Presidents’ Organization, un’organizzazione internazionale, nata negli Stati Uniti nel 1953, a cui possono aderire solo imprenditori, presidenti d’azienda e amministratori delegati rigorosamente under 45, che vantino aziende con un minimo di 50 dipendenti o un fatturato annuo minimo di 12 milioni di dollari. Associazione che raccoglie 22mila membri in 125 paesi diversi e che sta pian piano conquistando proseliti anche in Italia, malgrado il nostro paese sia caratterizzato da un tessuto economico fondato sulla piccola impresa che rende più difficile scavalcare l’asticella dei numeri. Un centinaio in tutto gli iscritti, di cui 20 a Firenze (che ospita anche una delle due sedi italiane assieme a Milano), come Gabriele Moretti dell’azienda aretina leader nel settore della sicurezza Mesa Sic, Niccolò Nesi dell’azienda calzaturiera Sesto Meucci of Florence, Tommaso Capozzoli che opera nel settore del turismo di lusso, Leonardo Basilichi Ceo di Bassilichi spa. L’obiettivo di YPO è chiaro: mettere in contatto tra loro esponenti della business community internazionale, creando eventi, seminari, incontri, offrendo la possibilità di condividere esperienze e generare occasioni di affari tra l’una e l’altra parte del mondo. Con la consapevolezza di far parte di una élite. A questo si aggiunge un’attività sociale che prevede anche il coinvolgimento delle famiglie. Insomma, un modo per evitare quella che potrebbe configurarsi un po’ come la solitudine dei “numeri primi”. E sono due gli eventi organizzati da YPO a Firenze in questi giorni che precedono il Natale. Venerdì è in programma la consegna dei Tuscan Excellence Awards 2014, che saranno attribuiti a Leonardo Ferragamo, presidente dell’Associazione Partners di Palazzo Strozzi, e Anna Marchi Mazzini, presidente del Comitato regionale Airc per la ricerca sul cancro. Il 17 invece, in programma un incontro a Villa Cora con il viceministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda. (Ma.Ab.)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.