“Esistiamo”, il grido di Borgo San Jacopo

0
86

Un giorno, una protesta. Si va avanti così ormai da tempo nel mondo del commercio, per chiedere aiuti e la possibilità di tornare a lavorare, riaprire quei negozi che restano chiusi al di là dal colore della zona. Oggi è toccato ai commercianti di Borgo San Jacopo, una volta una delle vie più trafficate dai turisti in arrivo da Ponte Vecchio e dove ora a parte qualche caso si presenta una lunga serie di saracinesche abbassate. Commercianti uniti nella protesta, che si sono presentati con dei cartelli con su scritto “esistiamo”, per ricordare che anche qui c’è qualcuno che ha assolutamente bisogno di riaccendere le luci, far ripartire la vita.